Rassegna di musica Jazz

Mediterrano Jazz

Selinunte - Baglio Florio - Parco archeologico di Selinunte

15 luglio-24 luglio 2022

> scarica il programma

Con la seconda edizione del festival internazionale MEDITERRANEO JAZZ, continua la straordinaria esperienza della musica come attraversamento delle soglie, superamento dei perimetri e delle gabbie, dove luoghi e tempi, mito, storia e percezioni del presente, trovano un punto d’incontro.  Selinunte rappresenta ancora oggi un imprescindibile riferimento di sincretismo socio-culturale: funge da momento di congiunzione tra Cultura autoctona, Magna Grecia, Medio Oriente e Africa dove il seme del jazz ha le proprie ancestrali origini.  In tal senso Mediterraneo Jazz è stato concepito come una terra promessa della sperimentazione del suono e dell’ascolto, come un immaginario Maestro concertatore capace di mettere insieme le più differenti culture.

Il festival prende il via con il gruppo Tell Kujira quartetto d’avanguardia, stilisticamente apolide, a tratti ipnotico una sorta di rock band in forma di quartetto classico, con due chitarre elettriche al posto dei due violini.
Apre la seconda serata il duo formato da Luca Tilli e Sebi Tramontana    duettare in un’imprevedibile dialogo a base di archi / legni, respiri /ottoni seguito dal concerto dei musicisti partecipanti al workshop di Suondpaintng tenuto da Gincarlo Nino Locatelli. Il primo weekend si conclude con l’ensemble Pipeline 8 che riunisce musicisti che da tempo collaborano fra loro e che provengono e operano in mondi musicali molto diversi: il jazz, la musica classica, l’improvvisazione radicale, il rock e l’ambient-noise sperimentale in grado di stupire il pubblico.
La serata del 23 luglio con le piccole formazioni Tre per Duo sarà caratterizzata da una serie di giochi musicali allo specchio, concluderà la serata l’Inaudito Septet, cosa ci sarà da aspettarsi?
Il secondo weekend prosegue con il trio Slow Fox, il cui approccio accattivante e ambizioso riunisce armoniosamente strutture raffinate e improvvisazioni, catturando sia la mente che l’anima.
La rassegna si concluderà con la prima esecuzione assoluta del concerto della nuovissima formazione Monk Jazz Orchestra, composta da 15 musicisti tutta made in Sicily, il cui progetto nasce dal desiderio di coniugare suoni appartenenti alla musica tradizionale siciliana con il patrimonio jazzistico dell’isola

L’ Arte, quindi la Musica, nasce libera. Libera dalla politica, libera dal mercato. L’Arte, spirito libero, è essa stessa Politica: per ciò non è gradita alla politica, incapace ormai di essere umana.
Lelio Giannetto
15 settembre 2017

Alle ore 18.30 si svolgerà un concerto/performance presso il tempio E del parco archeologico di Selinunte
Il concerto sarà ad ingresso libero per chi avrà acquistato il biglietto di ingresso al parco archeologico di Selinunte.

Ministero dei Beni Culturali

Assessorato Beni CUlturali ed identità Siciliana

Aseesorato al Turismo

Parco Archeologico di Selinunte

Vini buonissimi

 

rimani aggiornato

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

    *Ho letto e accetto la Privacy Policy.